Bed & Breakfast - Piccolo Eden   
Luoghi da visitare nei dintorni:

La grotta dei Massacci

 

La Grotta dei Massacci è un grandioso monumento funerario risalente al II sec D.C. costruito con enormi blocchi di calcare sovrapposti, probabilmente appartenente alla potente famiglia dei Brutti Praesentes.

L'ingresso è costituito da un lungo corridoio coperto da immensi blocchi megalitici, lunghi fino a circa 3,6 m, intagliati ad incavo nella parte inferiore in modo tale da formare una leggera volta.

La camera è costituita da un ambiente grosso modo quadrato di circa 7 metri di lato con un'altezza massima della volta a crociera di 4,8 m.

Nelle pareti si aprono tre nicchie rettangolari, in quella di sinistra si apre un pozzo di origine medievale, probabilmente destinate ad ospitare sarcofagi.

Nei pressi della grotta, sulla sinistra della Salaria romana in direzione di Rieti, sono inoltre presenti in cementizio altri tre grandi sepolcri a torre, uno è conservato soltanto in minima parte, databili alla prima età imperiale.

La grandiosità del monumento sepolcrale, gli attigui resti di altri grandiosi monumenti, ritenuti pure sepolcrali, inducono a ritenere in questa zona dovevano sorgere importanti edifici che andarono poi distrutti col tempo.

 

Abbazia di Farfa

 

L' Abbazia di Farfa è di sicuro il monumento religioso più importante dell'intera Sabina.

L'attuale complesso monastico è il frutto di una serie complessa di ristrutturazioni e di riorganizzazioni susseguitesi dall'alto medioevo fino ai giorni nostri. La chiesa abbaziale, a pianta basilicale, è stata ricostruita da maestranze longobarde, ruotandola di 90° rispetto all'orientamento della più antica.

E' possibile visitare L'Abbazia di Farfa tutti i giorni, con l'aiuto

di guide preparate, (escluso il lunedì) dalle 9.30 alle 12.30 ; dalle 15.30 alle 17,.30

Visita il sito ufficiale www.abbaziadifarfa.it

 

Il "Ponte del Diavolo" a Ponticelli

Non si tratta di un vero e proprio ponte, ma di un possente muraglione in opera quadrata che consentiva il passaggio da un versante all'altro della strada, fermava le acque del fosso delle Vurie, riducendone il potere di alluvionamento con un effetto bonificatore nella vallata sottostante.

 

Trebula Mutuesca a Monteleone Sabino


Le strutture urbane di Trebula Mutuesca si sviluppavano su tre colline distanti circa un km e mezzo dall'attuale Monteleone, il colle Foro, il colle Castellano ed il colle Diana, e sul pianoro racchiuso tra le tre alture, denominato il Pantano. In tutta l'area sono visibili i resti di imponenti strutture pertinenti al piccolo municipio. Alcuni saggi di scavo compiuti sullo scorcio degli anni '50 hanno riportato in luce parte dell'anfiteatro e delle terme. Una intensa attività edilizia dovette svilupparsi intorno al II secolo d.C., tanto da dare una connotazione monumentale all'insediamento. Questa attività edilizia è stata posta in connessione non tanto con un fiorire dell'economia dell'area, quanto piuttosto con il desiderio di una potente famiglia della zona, che possedeva ampi territori, i Brutti Praesentes, e della moglie di uno di loro, Laberia Crispina, patrona del municipio, di mostrare la compiuta ascesa sociale e la loro liberalità, contribuendo grandemente alle trasformazioni ed alla modificazioni delle strutture urbanistiche della città.

 

Inoltre per scoprire altri itinerari ed escursioni, per conoscere i prodotti tipici della Sabina, le bontà gastronomiche e per gli appassionati di musei si possono avere tutte le informazioni visitando il seguente sito: www.sabina.net


Piccolo Eden

  B e d  &   B r e a k f a s t

Frasso Sabino-Osteria Nuova 02030 Rieti -Italy

Tel.: +39 3394242651 Fax:+39 0765841298

e-mail: mariopochini@yahoo.it